Spiedino di agnello e chutney di arachidi piccanti

Barbecue utilizzato: Outdoorchef Ascona 570G

Accessori utilizzati:  Griglia/Piastra in ghisa

Tipologia di cottura: Diretta

Tempo di preparazione: 1 ora circa

Tempo cottura: 8 minuti circa

Persone servite: 4

Spiedino di agnello e chutney di arachidi piccanti

Di Claudio Nani Pubblicata: Luglio 17, 2015

    Barbecue utilizzato: Outdoorchef Ascona 570G Accessori utilizzati:  Griglia/Piastra in ghisa Tipologia di cottura: …

    Ingredienti

    Istruzioni

    1. Disossare la spalla di agnello, tagliamo la polpa ricavata in striscioline lunghe max 6 cm e creare degli spiedini tenendo ben stretti gli inserti. Prepariamo una marinata riunendo in una terrina aglio tritato grossolano, pepe, succo di limone, salsa di soja, zucchero e curcuma. Spennellare gli spiedini con la marinata e mettere in frigo coperti da pellicola per una oretta. Passati 40 minuti accendiamo l’Ascona con setup diretto a imbuto e posizioniamo la griglia in ghisa, mettiamo il barbecue alla massima potenza no a raggiungere i 350 gradi. Nel frattempo prepariamo il chutney di arachidi utilizzando un fornello. Quindi olio con aglio e cipolla, facciamo soffriggere a fuoco basso, poi aggiungiamo sambal oelek, zucchero, salsa di soja, zenzero e coriandolo, facciamo insaporire, inne aggiungiamo la polvere di arachidi e la crema di cocco. Con un cucchiaio di legno aiutiamo ad amalgamare i sapori no a creare una pasta. Assaggiamo, aggiungiamo ancora sambal oelek a gusto. Lasciamo raffreddare.
    2. Grigliamo i nostri spiedini per circa 3-4 minuti x lato spennellando con la marinata.
    3. Serviamo unendo della salsa tipo sriracha (crema di peperoncini thailandese).
    Claudio Nani
    Claudio Nani
    Nato a Milano, classe '66, responsabile commerciale, fin da piccolo voleva fare il cuoco e invece motivato dalla famiglia si diploma all' I.T.I.S e lavora per 15 anni in studi di ingegneria. Nel 1999 si ferma a Terni, durante il montaggio e l'assistenza all'avviamento di un grande impianto di trattamento fumi, per un periodo inaspettato durante il quale si innamora delle Valli Umbre e del suo territorio, tanto da trasferirsi prima a Narni e poi a San Gemini. Il contatto diretto con i produttori locali di ortaggi, legumi, prosciutti, formaggi e carni, i profumi inebrianti della buona cucina umbra uniti alla passione e alla creatività, la spinta degli amici e della compagna di vita, la naturale propensione alla cura degli ingredienti e degli abbinamenti lo spingono tanto da qualificarsi cuoco con attestato professionale nel 2012 e a lavorare nei fine settimana in alcuni ristoranti da stagista; si costruisce piano piano la figura di Chef a domicilio in cene private con menù personalizzati e piccoli corsi di cucina amatoriali. Il BBQ è l'estensione del suo braccio...100% PURE BBQ!